top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreTeam Adamimbianchini.it

Cosa ci serve per imbiancare

Sappiamo tutti che abbiamo bisogno di un pennello e della vernice per tinteggiare. Ma la pittura non è solo questo. Ci sono molti strumenti e forniture a cui pensare se hai intenzione di farlo da solo. Nel nostro precedente articolo Come prepararsi per dipingere le stanze, abbiamo parlato di ciò che precede l'intero processo di verniciatura e di come farlo. Oggi ci concentreremo sui singoli strumenti, a cosa servono e delineeremo approssimativamente i costi per poter svolgere un lavoro a regola d’arte. A meno che tu non abbia intenzione di diventare un imbianchino professionista, potresti accorgerti che non vale la pena acquistare così tante nuove attrezzature che utilizzerai una volta ogni morte di papa.



Vernice e Pennello


Prima di tutto una copertura completa

La pittura non inizia con pennello e vernice, ma molto prima, quando prepariamo noi stessi e le nostre stanze per essere tinteggiate. In questo momento entrano in scena vari materiali di rivestimento, che faciliteranno la pulizia dopo la tinteggiatura e allo stesso tempo proteggeranno i mobili e il pavimento da schizzi e danni provocati dalla vernice. Esistono diverse varianti di teloni e pellicole di copertura, che differiscono essenzialmente solo per lo spessore. Puoi anche usare un vello di copertura. Questa è la protezione più spessa adatta anche per i luoghi che potrebbero essere più soggetti a danni, gli stipiti porte o alcune aree del pavimento che vengono frequentemente calpestate. Rispetto ai normali teli, che si aggirano intorno ai pochi euro, questo materiale può essere ben più costoso.

Avrai anche bisogno del classico nastro adesivo. Con esso, non solo colleghi tutti i materiali di rivestimento in un'unica superficie impermeabile, ma allo stesso tempo, con il suo aiuto, proteggi le prese o anche i tubi del radiatore.



Preparazione


Per maneggiare i materiali di rivestimento (che tu decida alla fine per un classico telone o un vello), le normali forbici saranno più che sufficienti. Tuttavia, puoi anche investire in un coltello per cartongesso, che è di migliore qualità e potrebbe essere più adatto, soprattutto quando maneggi il vello di copertura.

E un consiglio finale: quando copri le finestre, non dimenticarti di coprire anche i vetri. Questi possono essere coperti con i suddetti teloni, ma anche con carta o cartone. Puoi star certo che dopo aver coperto in questo modo non troverai nemmeno il più piccolo schizzo di vernice che potrebbe rovinare la vista dalla tua finestra.


Sbarazzarsi della vecchia vernice

Dopo aver accuratamente coperto tutto ciò che potrebbe sporcarsi durante l'intero processo di tinteggiatura, si passa in fine alla preparazione delle pareti. Dobbiamo prima assicurarci che la vernice aderisca correttamente al supporto. Ciò include raschiare le pareti, riparare potenziali graffi e irregolarità in modo che la vernice riuscirà ad aderire al muro senza nessun problema.



Pennelli


Per raschiare le pareti ci serviremo di un grosso rullo da pittura, preferibilmente con manico lungo (telescopico o ordinario), che ci tornerà utile anche per la fase successiva. Per capire se il muro deve essere raschiato o meno può essere effettuato un semplice test. Fai scorrere un rullo bagnato sul muro: se la vernice inizia a staccarsi immediatamente, devi raschiare il muro. È inoltre possibile utilizzare il rullo per inumidire il supporto prima di raschiare. Per questo, avrai bisogno di un raschietto da pittore, che non sarà costoso. Per il successivo lavaggio dell'intonaco (cioè la rimozione dell'intonaco residuo), puoi utilizzare un classico pennello tondo corto, che utilizzerai anche successivamente per tinteggiare, e non dovrai necessariamente investire ad esempio in feltro da muro per coprire il pavimento ti basterà la copertura che ti abbiamo spiegato in precedenza.


Ma per quanto riguarda le irregolarità?

Dopo un'accurata rasatura, sarà necessario correggere tutte le irregolarità che sono apparse nel corso degli anni. Lo strumento numero uno di cui non puoi davvero fare a meno è una spatola. La userai per applicare lo stucco. Inoltre, non è un grande investimento, perché il prezzo per una spatola è di pochi euro.

E con cosa riempire i buchi? La risposta a questa domanda dipende e dalle dimensioni dei fori o dei graffi sulle pareti. Se l'usura è più grave, prendi in considerazione l'uso di un gesso. Ma attenzione! Sebbene il gesso sia conveniente, se non ci hai mai lavorato prima, può rivelarsi problematico da applicare. Tuttavia, il sigillante in polvere, che è leggermente più economico, sarà sufficiente anche per quelli. Ma anche qui bisogna stare attenti alla sua applicazione. Un'altra alternativa è lo stucco acrilico, la cui applicazione non è affatto complicata e il cui prezzo è più favorevole perché può essere acquistato in confezioni più piccole, cosa che non accade con il gesso o lo stucco in polvere.


L'ultimo passaggio prima della verniciatura: Il primer!

Dopo aver effettuato questi lavori, avrai una miscela di materiali sul muro, che deve essere unificata. Un primer si prenderà cura di questo e può anche gestire una serie di altre cose. Questo perché aumenta l'adesione delle vernici e favorirà una tinteggiatura perfetta. Inoltre, il primer è un'ottima prevenzione contro la muffa, soprattutto nelle stanze più umide e quindi più soggette a questo problema.



Pennelli


Oltre al primer, avrai bisogno di un rullo di vernice e un pennello. Ma li hai già a causa dei passaggi precedenti. Quando applichi il primer, torneranno utili anche altri tipi di pennelli, che utilizzerai poi nella fase di verniciatura. Prendi in considerazione l'acquisto di un pennello più piccolo per i dettagli più fini e un pennello per angoli per le aree difficili da raggiungere.


E infine dipingere

Abbiamo già discusso in dettaglio quando usare un pennello e quando usare un rullo nel nostro articolo sugli errori più comuni durante la pittura. Ma la lezione più importante è che avrai davvero bisogno di entrambi. Ti consigliamo di procurarti un set di pennelli e rulli. Assicurati che tale pacchetto includa anche un vassoio per vernice e una spatola, che sono davvero necessari se vuoi che la vernice sia distribuita uniformemente sulle pareti.



Rullo


La cosa più difficile è scegliere il colore. Qui dipende molto dalle tue preferenze, dalla tonalità di colore che hai sognato. In generale, è più facile recarsi in un negozio specializzato e consultare esperti, perché i diversi tipi di vernice, che differiscono per composizione e anche per proprietà utili. Gli esperti poi ti aiuteranno a scegliere colori di alta qualità con un alto potere coprente.

Se vuoi che il lavoro sia svolto da un professionista noi di Adam potremmo fare al caso tuo fornendoti un preventivo gratuito ed immediato!

0 commenti

Comments


bottom of page