top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreTeam Adamimbianchini.it

Gli utensili base necessari per la pittura

Mentre un pennello e della vernice sono gli elementi essenziali per iniziare a dipingere, il mondo della pittura comprende molto di più. Se stai pensando di cimentarti in questa attività fai-da-te, ci sono una serie di strumenti e materiali da considerare. Nel nostro articolo precedente, "Come prepararsi per dipingere le stanze", abbiamo esplorato le fasi preparatorie al processo di verniciatura. In questo articolo, invece, approfondiremo gli strumenti specifici, la loro funzione e forniremo una stima dei relativi costi. Tuttavia, a meno che tu non stia pianificando di intraprendere la carriera di pittore professionista, potresti constatare che non sia economicamente conveniente investire in attrezzature che probabilmente userai solo occasionalmente.





Una copertura completa prima di tutto

L'arte della pittura non inizia con l'applicazione di vernice con un pennello, ma ben prima, durante la fase preparatoria del luogo da verniciare. In questa fase, l'utilizzo di materiali protettivi è fondamentale per facilitare le operazioni di pulizia post-pittura e proteggere mobili e pavimenti da eventuali schizzi di vernice. Esiste una vasta gamma di teloni e pellicole protettive, che variano principalmente in termini di spessore. È anche possibile utilizzare un vello protettivo, una soluzione particolarmente resistente ideale per aree più esposte a possibili danni, come i davanzali delle porte o le parti del pavimento maggiormente sollecitate. Sebbene i teloni standard possano avere un costo modico, il vello protettivo può avere un prezzo significativamente più elevato. Indispensabile sarà anche il nastro adesivo: essenziale per unire e fissare i materiali protettivi, ma anche per proteggere dettagli come prese elettriche o tubature dei termosifoni.



Quando si tratta di maneggiare materiali protettivi, siano essi teloni classici o velli, delle semplici forbici potrebbero bastare. Tuttavia, valuta l'idea di investire in un coltello da cartongesso: è di qualità superiore e si potrebbe rivelare particolarmente utile, specialmente quando si tratta di lavorare con il vello protettivo. Un ultimo suggerimento: quando proteggi le finestre, non trascurare i vetri. Puoi utilizzare i teloni menzionati, ma anche semplice cartone. Seguendo questa precauzione, puoi essere certo che, una volta terminata la pittura, i vetri rimarranno immacolati, senza alcun fastidioso schizzo a compromettere la tua vista.


Sbarazzarsi della vecchia vernice

Dopo aver accuratamente protetto tutto ciò che potrebbe essere compromesso durante la pittura, si passa finalmente alla preparazione delle pareti. Prima di procedere con la vera e propria verniciatura, è essenziale garantire che la vernice aderisca perfettamente alla superficie. Questo prevede operazioni come il raschiamento delle pareti, la correzione di eventuali graffi o irregolarità e l'applicazione del primer sulla superficie muraria.



Per preparare adeguatamente le pareti, avremo bisogno di un rullo da pittura di dimensioni considerevoli, meglio se con manico estensibile, che sarà utile anche nelle fasi successive della pittura. Un metodo semplice per verificare se è necessario raschiare il muro consiste nell'applicare un rullo inumidito sulla superficie: se la vernice si stacca immediatamente, è il momento di raschiare. Il rullo può anche servire per bagnare la parete prima di procedere. Per eseguire il raschiamento, ci servirà un raschietto specifico per pittori, che ha un costo contenuto, intorno alle 50 corone. Per eliminare eventuali residui di intonaco, sarà sufficiente un pennello tondo di piccole dimensioni, che potrà essere riutilizzato anche in fase di pittura. Non è strettamente necessario acquistare strumenti come il feltro da muratore, a meno che non siate professionisti del settore.

Ma per quanto riguarda le Irregolarità?

Dopo un'attenta raschiatura, è essenziale intervenire su tutte le irregolarità che si sono formate nel tempo. L'indispensabile alleato in questa fase è la spatola, utilizzata per applicare il materiale lisciante che sceglierai. Inoltre, acquistare una spatola non rappresenta un grande esborso, in quanto il suo costo è decisamente contenuto. Ma quale materiale utilizzare per riempire graffi e buchi? La scelta dipende dall'entità e dalla grandezza dei danni sulle pareti. Per difetti più evidenti, potresti considerare l'uso di gesso. Tuttavia, fai attenzione! Anche se il gesso è economico, se non hai esperienza potrebbe risultare difficile da stendere. Un'ottima alternativa può essere un riempitivo murale premiscelato, pronto all'uso, ideale sia per riparazioni estese che per piccoli danni. Se cerchi una soluzione più economica, puoi optare per un sigillante in polvere, ma anche in questo caso è fondamentale saperlo applicare correttamente. Infine, c'è lo stucco acrilico: semplice da applicare, ha un costo vantaggioso, soprattutto perché è disponibile in confezioni piccole, cosa non scontata per gesso o sigillante in polvere. Dopo queste correzioni, ti troverai di fronte a un muro con una varietà di materiali applicati. L'obiettivo ora è uniformarli. Questo compito è affidato a un primer penetrante, che oltre a uniformare la superficie, garantisce un'ottima aderenza per i rivestimenti successivi. Il risultato sarà una colorazione omogenea e duratura. Inoltre, l'uso di un primer è una misura preventiva efficace contro la muffa, particolarmente utile in ambienti umidi, maggiormente esposti a tale problema.






Sebbene tu abbia già un rullo e un pennello dai passaggi iniziali, durante l'applicazione del primer potresti trovare utile avere anche altri tipi di pennelli. Considera l'idea di procurarti un pennello più sottile per dettagli precisi e un pennello angolare per raggiungere le zone più ostiche.


L'ultimo passaggio: Dipingere!

Nel nostro precedente articolo sugli errori più frequenti nella pittura, abbiamo analizzato in profondità quando sia meglio utilizzare un pennello e quando optare per un rullo. Tuttavia, la regola d'oro rimane: avrai bisogno di entrambi. Suggeriamo di dotarti di un kit completo che comprenda sia pennelli che rulli. Assicurati che il kit includa anche un vassoio per la vernice e una griglia di scarico, indispensabili per garantire un'applicazione uniforme del colore. Se non possiedi già un rullo con manico telescopico, potresti valutare l'acquisto di uno sgabello da pittore per raggiungere le zone più alte.











0 commenti
bottom of page