top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreTeam Adamimbianchini.it

Tecniche decorative della pittura

Stuccatura, fronting, stippling o batik.

Queste parole potrebbero non dirti nulla, ma dopo aver letto questo articolo saprai sicuramente di cosa si tratta. Oggi ci concentreremo sulle varie tecniche di pittura decorativa. Se stai pensando a come migliorare gli interni sia che vuoi rendere il salotto meno noioso o sia che vuoi rendere la camera dei tuoi bambini più divertente in questo blog ti esporremo alcuni dei vari metodi alternativi di tinteggiatura che potrebbero essere al caso tuo!


Stippling

Cominciamo con una tecnica che puoi gestire da solo a casa: lo Stippling. Lo Stippling imita l'aspetto di alcuni materiali naturali (come il sughero). Si adatta perfettamente agli spazi abitativi o alle camere da letto. Tuttavia, si consiglia di non dipingere l'intera stanza in questo modo, ma solo alcune pareti. Questo è l'unico modo per ottenere l'effetto wow tanto desiderato.

Inoltre, lo Stippling non è una scienza e non è necessario acquistare materiali o strumenti specifici che poi finirebbero per rimanere dispersi in garage una volta che il lavoro sarà terminato. Sebbene esistano speciali pennelli smussati per questa tecnica, puoi ottenere l'effetto giusto con una spugna, un vecchio straccio o con la gommapiuma.



Tecnica dello stippling
Tecnica dello stippling

In termini di colore, te ne serviranno due: uno per uno sfondo più chiaro e l'altro da sfumare. Per questo metodo, si consiglia di utilizzare colori neutri o pastello.

L'applicazione è relativamente semplice. Per prima cosa, dipingi la parete desiderata con un colore più chiaro e lascia asciugare bene il fondotinta. Il grande vantaggio dello Stippling è il fatto che è adatta per una base liscia e strutturata. Quindi prendiamo una spugna o un panno, lo strizziamo bene nell'acqua. Quindi lo immergiamo nella vernice e iniziamo a imprimerlo sul muro. Attenzione: non esercitare troppa pressione sulla spugna, ostruirebbe i pori del muro. Ripeti questo processo finché non sei soddisfatto del risultato.


Fronting

Un'altra delle tecniche di tinteggiatura, ovvero il Fronting, funziona secondo un principio simile. L'inizio è fondamentalmente lo stesso dello Stippling e ad esso si applicano le stesse regole. Quindi avremo bisogno di due colori di tonalità diverse e applicheremo anche un colore al muro che lasceremo asciugare. Inizieremo a dipingere il secondo strato, che può essere più scuro o più chiaro (Non ha importanza al contrario dello Stippling) con un pennello o un rullo. Mettiamo un giornale accartocciato sul muro bagnato, che poi rimuoviamo. Dopo la rimozione, vedremo come il fondo e il rivestimento superiore si intrecciano, creando un dettaglio interessante sul muro.


Tecnica del Fronting
Tecnica del Fronting

Il Fronting può essere eseguito anche con l'ausilio di pellicola alimentare. A differenza dei giornali, tuttavia, non vi viene assorbito alcun colore. Pertanto, lasciamo la pellicola "attaccata" al muro prima che la vernice inizi ad asciugarsi, in quel momento la stacchiamo dalla base.

Come per lo Stippling, consigliamo di utilizzare il Fronting solo su una parte della stanza in modo da non risultare pesante.


Batik

Anche il Batik segue le tecniche precedenti. Applicheremo in modo diverso un altro colore oltre al Primer che abbiamo già usato. Per il Batik classico, avremo bisogno di un pezzo di tessuto che useremo per dipingere. Possiamo usare qualsiasi tessuto: più il tessuto è strutturato, più il risultato sarà interessante. Una vecchia tenda, velluto a coste, pizzo o qualsiasi pezzo di vecchio tessuto che si trova in giro per casa può essere utile. Tuttavia, assicurati che il tessuto sia realizzato con un materiale naturale.

Arrotoliamo il tessuto in un rullo, lo immergiamo nella vernice (non dimenticare di strizzare bene la vernice in eccesso in modo che non coli lungo il muro), quindi applichiamo lo straccio il più uniformemente possibile lungo il muro dal basso verso l'alto o in qualsiasi direzione lungo il muro. Assicurati di distribuire uniformemente la vernice in modo da non avere punti in cui ci sarà troppa o troppo poca vernice. E, ultimo ma non meno importante, è più facile avvalersi dell’aiuto di qualcuno. Invita i tuoi cari o i tuoi amici per un pomeriggio pieno di colori!


Tecnica del Batik
Tecnica del Batik

Venature

Un altro modo per ravvivare anche solo una parte delle pareti è il metodo della venatura (a volte soprannominato piumatura o pettinatura). Per alcuni, l'effetto risultante ricorda un panno. Inoltre, questa tecnica è molto facile e può essere effettuata da soli. Il trucco consiste nell’iniziare a scavare linee sottili nella vernice ancora fresca usando le setole di un pennello. Fai attenzione a graffiare le scanalature in una volta sola. Le linee tratteggiate non hanno un bell'aspetto.


Templates

L'ultima tecnica, adatta anche ai pittori dilettanti, è l'uso di templates e pattern. Puoi creare vari motivi geometrici, semplici o più complessi, con l'aiuto del nastro adesivo. Inoltre questo metodo è molto giocoso, quindi se avete dei bambini potete coinvolgere anche loro nella pittura. Con il loro aiuto, puoi anche creare una varietà di stampi, che puoi quindi applicare ovunque sul muro come preferisci. Con questa tecnica puoi decorare, ad esempio, una stanza per bambini, per renderla più divertente!

Ci sono anche dei modelli creati appositamente per la pittura, che puoi acquistare in un qualsiasi negozi di bricolage. Questi templates o pattern, hanno quindi diversi punti di attacco per aiutarti a seguire il modello sul muro. Se sei più abile, puoi provare a giocare con più colori. Avrai bisogno di campioni separati per ogni colore, ma il risultato sarà ancora più interessante.


Pittura con templates e pattern
Pittura con templates e pattern

Stucco veneziano e marocchino

Ora parliamo di stucco. Questa tecnica è davvero per professionisti qualificati e solo pochi dilettanti osano farlo. Se sei ancora interessato allo stucco, ti consigliamo di lasciarlo agli esperti. Ma cos'è lo stucco?

La stuccatura viene utilizzata in ambienti dove sono presenti pareti di materiali diversi perché riesce ad unificarne otticamente l'aspetto. È adatto essenzialmente a qualsiasi tipo di fondazione; non solo la muratura, ma anche i pannelli di cemento, l'intonaco e anche il truciolato sono adatti. Il risultato è una finitura liscia e lucida che sembra marmo.

Ne riconosciamo due tipologie, entrambe tecniche molto lussuose adatte a spazi più rappresentativi o più ampi. Lo stucco veneziano, utilizzato nella Venezia medievale, può essere utilizzato anche in zone con maggiore umidità, a cui può resistere grazie alle sue proprietà. Altre caratteristiche che sicuramente apprezzerai includono una superficie lavabile e che non richiede manutenzione. L'aspetto e le caratteristiche ricordano davvero il marmo. L'unica differenza tra stucco veneziano e marmo è il fatto che lo stucco non ha giunti.



Stucco Veneziano
Stucco Veneziano


Lo stucco marocchino è molto simile al veneziano. Tuttavia, è un po' più sofisticato e resistente. Puoi usarlo in bagno o direttamente sotto la doccia. In passato veniva utilizzato nelle terme. Ha acquisito queste qualità poiché alla fine è ancora levigato con la pietra, cosa che non è il caso dello stucco veneziano.

Se vuoi tinteggiare la tua casa e non sai a chi rivolgerti chiedi ad Adam, grazie al nostro calcolatore saremo in grado di fornirti un preventivo gratuito istantaneo!



0 commenti

Commenti


bottom of page